Baronissi (SA) – Moscatiello assolto dall’accusa di concorso in associazione mafiosa. Dopo 12 anni

Dopo 12 anni di attesa, i giudici della seconda sezione penale, ieri hanno assolto il sindaco di Baronissi, Giovanni Moscatiello e il tecnico Carmine Mottola dall’accusa di concorso esterno in associazione camorristica. L’assoluzione è arrivata con formula piena ovvero “perché il fatto non costituisce reato».
Per il sindaco di Baronissi il pubblico ministero Antonio Centore aveva chiesto una condanna a cinque anni e otto mesi. I fatti contestati sarebbero stati compiuti tra il 1998 e il 2001 e riguardano in particolare la costruzione delle case popolari delle frazioni di Orignano, Caprecano e Fusara. In particolare Moscatiello era accusato di aver agevolato il clan Forte. Stessa accusa anche per Mottola, che all’epoca dei fatti era direttore dei lavori, e dell’architetto Piemonte, che si occupava dei lavori nella frazione Cariti.

Lascia un Commento