Baronissi (SA) – Bollani da record e domani arriva il genio Tommy Emmanuel

Stefano Bollani incanta Baronissi con il suo piano solo aprendo la prima delle tre giornate del Baronissi Jazz Festival 2013. In un anfiteatro pieno come un uomo il grande artista, riconosciuto come un emblema del jazz italiano nel mondo ha ricevuto consenso e un costante scroscio di applausi.
Oggi tocca ai dieci gruppi emergenti selezionati dalla giuria tecnica su oltre sessanta candidature provenienti da tutta Italia e domani si chiude con il chitarrista australiano Tommy Emmanuel. Che sarà già stasera all’anfiteatro per premiare il vincitore del concorso.
Il genio che viene dalla terra dei canguri è conosciuto soprattutto per il suo uso della tecnica del fingerpicking. Durante la sua carriera ha suonato con molti notevoli artisti quali Chet Atkins, Eric Clapton, Sir George Martin, John Denver. Quella di Baronissi è la sua unica tappa nel Sud Italia.

Ecco i nomi dei gruppi partecipanti al Concorso:
Angelo Napoli  Contanima Project; Urbana Fabula; Mario Nappi Trio; Back Door Duo; Alessandro Menichelli Trio; Fabiana and Soundflowers; Gloria Trapani Quartet; Daniele Troilo Trio; Hot Jazz Band Salerno; Mirko Pedrotti Quintet.

Lascia un Commento