Baronissi (SA) – Appello per la “collina sfregiata”

Era il 13 settembre del 2004 quando l’esplosione di una piccola fabbrica di fuochi d’artificio sventrò la collina di Sava, frazione del comune di Baronissi. Da allora la comunità è ancora alla ricerca dell’identità perduta. Del vuoto da colmare che, ogni anno, in occasione dei festeggiamenti della Madonna SS. delle Grazie, dal 10 al 12 luglio, diventa una ferita difficile da rimarginare. La tradizionale processione, da sei anni a questa parte, ha perso il rituale della “salita” sulla collinetta ancora sfregiata. Fede e tradizione amputati di un rito di cui, oggi, la comunità vuole a tutti i costi riappropriarsi. É questo l’appello che viene lanciato dal consigliere delegato alle associazioni e residente della frazione Loretta De Sio: "C’è bisogno di una forte coesione in questo momento – dice la De Sio – da quel giorno si sente un vuoto a Sava, in particolare nei giorni della festa. I lavori per il restauro della chiesa sono a buon punto, ma i soldi raccolti finora sono terminati ed ora c’è bisogno di altri fondi".

Lascia un Commento