Baronissi (SA) – Accordo con la Carime. Le aziende fornitrici del Comune pagate subito

Con lo scopo di risolvere le problematiche determinate dal Patto di Stabilità ed alleviare le difficoltà che potrebbero incontrare le imprese fornitrici del Comune di Baronissi per lo slittamento dei tempi di pagamento per gli investimenti, l’amministrazione comunale ha raggiunto un accordo con l’istituto di credito Carime, tesoriere comunale, individuato con una preventiva indagine esplorativa di mercato. L’accordo prevede la cessione di credito da parte di imprese fornitrici a favore della banca, che ha accettato di anticipare i pagamenti alle imprese in credito con la ragioneria comunale. Grazie all’accordo che sarà valido fino al 31 dicembre di quest’anno il pagamento di eventuali fatture inevase dal Comune di Baronissi potrà essere anticipato dalla banca per una durata massima di sei mesi fino a estinguere l’intero ammontare del credito con un tasso d’interesse pari all’Euribor a 1 mese maggiorato di uno spread variabile a seconda del rating dell’azienda. La convenzione è operativa in tutti gli sportelli della Banca Carime, non solo quelli sul territorio salernitano: per accedervi è necessaria una certificazione fornita dal Comune su richiesta dell’impresa per attestare la liquidità e l’esigibilità del credito vantato dall’impresa stessa. Ogni singola operazione può partire da un minimo di 25.000 euro. Gli oneri per interessi passivi saranno rimborsati dal Comune ai creditori. In base a tale accordo il Comune potrà comunque far partire le opere, le aziende essere pagate e l’economia ne trarrà una spinta. Una boccata d’ossigeno quindi, per le imprese che vantano crediti e che potranno essere pagate a breve senza attendere i tempi burocratici, di aggravio di una crisi già molto pesante, con il vantaggio, inoltre, che questo procedimento non intacca gli affidamenti, in quanto non aumenta l’esposizione delle imprese verso il sistema bancario.

Lascia un Commento