Bandiere Blu, Campania terza in Italia con 18 vessilli

La Campania sale sul podio, al terzo posto, per numero di Bandiere Blu ricevute dalla FEE questa mattina a Roma nella tradizionale cerimonia annuale per l’assegnazione dell’ambito vessillo che certifica una corretta gestione del mare e del territorio che comprende raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti, cura dell’arredo urbano e delle spiagge, accesso al mare per tutti, senza barriere architettoniche e limitazioni.

La Campania scalza le Marche dal podio con tre nuovi ingressi: Piano di Sorrento, Sorrento e Ispani.

Le bandiere blu conquistate quest’anno salgono a 18 non solo per la qualità delle acque marine ma anche dei servizi di tanti Comuni soprattutto nella provincia di Salerno: nel Cilento Casal Velino, Capaccio Paestum, Agropoli, Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola; nel Golfo di Policastro Ispani, Vibonati, Sapri; Positano in Costiera Amalfitana.

Al primo posto la Regione Liguria con 27 bandiere, segue la Toscana con 19 località e come detto la Campania con 18. La vicina Basilicata ne conquista 4 e la Calabria 9 con due nuovi ingressi, fra cui Tortora.

Non solo qualità del mare ma anche gestione del territorio, impianti di depurazione, gestione dei rifiuti, vivibilità in estate, valorizzazione delle aree naturalistiche sono fra i 32 criteri da rispettare del Programma della Fondazione.

Lascia un Commento