Award Palliative Care, tra i premiati anche un medico della Asl di Salerno

Anche il dottor Armando De Martino della Asl di Salerno tra i premiati, lunedì prossimo, 15 ottobre, “per il loro impegno e per la professionalità profusa nell’erogazione di cure palliative medicina del dolore”. Sette medici che si sono distinti .Arriva, infatti, alla giornata conclusiva l’Award Palliative Care, organizzato. come informa una nota, dall’Associazione House Hospital, dall’Osservatorio regionale Cure palliative e medicina del dolore, dalla Fondazione Medicina palliativa, dalla Scuola regionale Accademia della conoscenza, dall’Osservatorio regionale Cure domiciliari e dalla Fondazione AdAstra. I riconoscimenti saranno attribuiti ad Adilberto Favilli (Asl di Terni), Antonio Maddalena (Asl Napoli 1 Centro), Antonio Maione (Asl Napoli 3 Sud), Armando De Martino (Asl di Salerno), Carmine Lauriello (Asl di Caserta), Fabio Borrometi (Azienda ospedaliera Santobono Pausilipon) e Geppino Genua (Asl di Avellino), medici – ricorda Sergio Canzanella, direttore dell’Osservatorio regionale – che si dedicano ai pazienti, nell’ambito delle cure palliative, con un approccio umano, vicinanza, comunicazione, attenzione e accoglienza”. “A rendere unico questo concorso è anche la scelta di far assegnare i premi direttamente ad una giuria di pazienti e familiari. Ed è proprio sulla base di questi giudizi che sono stati individuati i vincitori” si sottolinea ancora nella nota. Diversi i criteri di selezione: “Disponibilità ad interagire con il paziente e a fornire risposte esaustive; ascolto attento ed accogliente per conoscere la persona, le sue convinzioni, i suoi progetti, i suoi bisogni e le sue paure”». Ancora, “comunicazione chiara e semplice, in grado di far comprendere e di creare un rapporto di fiducia nella relazione medico/paziente. Empatia e capacità di porsi in maniera immediata nello stato d’animo del paziente per supportarlo al meglio e, infine, sostegno e incoraggiamento al paziente per permettergli di viere dignitosamente la malattia in ogni attimo della sua vita”.

Lascia un Commento