Attacchi terroristici in Tunisia, preoccupazione per i salernitani. Intervista all’avvocato Memoli

Preoccupazione in questi giorni anche per i salernitani presenti in Tunisia finita nel mirino degli attentatori dell’Isis che hanno ucciso quasi 40 persone sulla spiaggia di Soousse, in buona parte turisti stranieri.

Si è appreso che l’attentatore non era solo e non è giunto dal mare ma con un'utilitaria.

Ma qual è la presenza di salernitani nel Paese del Nord Africa? Lo abbiamo chiesto all’avvocato salernitano Salvatore Memoli, che ha casa a soli 500 metri dal luogo della strage e che cura gli affari di investitori salernitani in Tunisia con organizzazioni governative di quel PaeseE’ anche ambasciatore per l’Ordine di Malta. 

 

Riascolta l'intervista QUI

Intervista Memoli su attacchi in Tunisia

Lascia un Commento