Atrani (SA) -Dichiarato lo stato di emergenza. Soddisfazione da parte della Regione

Soddisfazione per la dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei Ministri è stata espressa dalla Giunta Regionale della Campania e in particolare dall’assessore alla Protezione Civile e ai Lavori Pubblici, Edoardo Cosenza, che anche oggi è stato ad Atrani per seguire personalmente tutte le fasi della ricerca di Francesca. Sommozzatori dotati di sonar stanno elaborando, da questa mattina, una mappatura della presenza di detriti a mare per provare a cercare Francesca nello specchio d’acqua antistante Atrani. Dalla ricognizione, si legge in una nota, è emerso che materiale di ogni sorta è stato trascinato fino a 500 metri dalla riva. I sub, con l’ausilio di un battello di appoggio, proseguono la loro attività a mare mentre, a terra, altri volontari della protezione civile regionale, insieme ai tecnici e alle altre forze presenti sul territorio, cercano sul lato della spiaggia travolto dalla furia del torrente Dragone. "Il georadar – ha detto l’assessore alla Protezione Civile e ai Lavori Pubblici della Regione Campania, Edoardo Cosenza – è entrato regolarmente in funzione questa mattina, quando la spiaggia risultava completamente spianata, e sta proseguendo l’ispezione del suolo. Il passaggio del georadar terminerà domani e si avrà una mappatura completa delle discontinuità del terreno. Le operazioni sono rese difficili dallo strato di detriti che ha sovrastato la spiaggia preesistente".

Lascia un Commento