Atenei mondiali ecofriendly. UNISA al 214 posto nel mondo

L’università di Salerno si piazza al 214 posto tra le università di tutto il mondo che si distinguono per le politiche ambientali. Emerge dall’indagine “UI Green Metric World University Rankings 2018”, la classifica universitaria che misura l’impegno delle università nel realizzare infrastrutture “rispettose dell’ambiente”.

Nella classifica delle università italiane, quella di Salerno è al 12° posto, ed è l’unica del Centro-Sud, insieme a Bari,tra le prime in Italia. L’Ateneo salernitano recupera 80 posizioni rispetto al 2017. L’ambita posizione è stata raggiunta grazie a vari fattori, quali l’organizzazione degli spazi e le nuove infrastrutture realizzate nell’ottica del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale.

Lo studio tiene conto di sei indicatori: organizzazione e infrastrutture, energia e cambiamenti climatici, gestione dei rifiuti, gestione delle risorse idriche, trasporti e formazione in tema di ambiente. Una bella soddisfazione per il Rettore Aurelio Tommasetti, secondo il quale è un risultato frutto delle attività programmate nel tempo, sul versante infrastrutturale oltre che per didattica e ricerca. Tommasetti ricorda che “la pianificazione energetica dell’Ateneo si concentra su tre direttrici fondamentali: l’autoproduzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili, il miglioramento delle performance energetiche delle strutture edilizie dei due Campus, e la realizzazione di nuovi edifici con il programma  «Costruendo Unisa» in classe energetica LEED Gold che determinano significativi risparmi di energia con minori emissioni atmosferiche”.

A tutto ciò, conclude il Rettore, “si aggiungerà ulteriore linfa con il Piano di Energie rinnovabili già finanziato dall’Ateneo e volto a rendere i campus totalmente autosufficienti”.


Lascia un Commento