Atena Lucana (SA) – Emigrazione campano-lucana, presentato un progetto di ricerca

Presentato ieri sera ad Atena Lucana un progetto di ricerca dedicato alla storia dell’emigrazione campano-lucana denominato: “Storia dell’Emigrazione campano-lucana nel Cono Sud: le immagini di un secolo di migrazioni sulla rotta Napoli-Genova-Barcellona-Montevideo-Buenos Aires”. Il progetto è curato dal documentarista Fabio Ragone, responsabile della comunicazione del Comitato di San Cono con il Sud America, con l’obiettivo di raccontare, attraverso immagini e documenti, la storia degli emigranti campani e lucani partiti alla volta dell’Uruguay e dell’Argentina. E proprio con questi due Paesi, dalla città di Florida, in Uruguay, e di Lobos, in Argentina, ieri sera si è svolta una videoconferenza.
Si è parlato di emigrazione e soprattutto dell’importanza del culto dei santi per la conservazione delle radici e delle tradizioni. E’ il caso di San Cono, santo protettore di Teggiano e della Diocesi di Teggiano-Policastro, molto venerato in Uruguay, dove il suo culto iniziò ufficialmente nel 1885 con l’arrivo dei primi emigranti teggianesi. Si festeggia il 3 giugno e nel Paese sud americano è diventato il patrono del gioco d’azzardo. Ad ottobre, dal 16 al 22 ottobre, una delegazione di circa 50 persone partirà in pellegrinaggio da Teggiano, con la statua del santo dormiente, e sarà a Montevideo e poi a Buenos Aires.

Lascia un Commento