Assolto ‘perche’ il fatto non sussiste’ l’ex comandante 19° Reggimento Cavalleggeri Guide Salerno

E’ stato assolto con formula piena “perché il fatto non sussiste” Antonino Palumbo, l’ex comandante del 19° Reggimento Cavalleggeri Guide di Salerno che era stato accusato di molestie e stalking.

Lo rende noto il sito de Il Vescovado

Il colonnello nel 2010 era stato denunciato da una caporal maggiore pugliese di 31 anni. L'uomo avrebbe costretto la donna a seguirlo nella trasferte a Napoli e a restare nel suo ufficio fino ad ora tarda oltre l’orario lavorativo anche con avances sessuali. Inoltre le avrebbe intimato di frequentare il suo fidanzato, un pari grado dello stesso reggimento e di “non parlare troppo”.

Ieri la Prima sezione penale del Tribunale di Salerno ha stabilito che l’uomo non è colpevole dei reati contestatigli: atti persecutori (stalking), minacce e ingiurie. I legali hanno dimostrato come i racconti del sottufficiale siano privi di fondamento. Sono stati chiamati a testimoniare altri militari che avrebbero assistito o meno alle avances. Entro novanta giorni saranno rese note le motivazioni.

Tra il settembre 2009 e il giugno 2010 il caporal maggiore aveva denunciato la ricezione di sms e telefonate ad ogni ora, accusando il colonnello di aver usato tutti gli escamotage, come quello di farsi servire il caffè in camera o quand’era con i suoi colleghi. I rifiuti della donna le avrebbero poi compromesso una missione in Medio Oriente. Scattò la denuncia, la procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno aprì un fascicolo d’inchiesta a carico dell’ufficiale che fu rinviato a giudizio. Successivamente il comandante lasciò il Reggimento Guide e fu trasferito a Roma per un incarico non consono al proprio grado

Lascia un Commento