Ascea (SA) – Sequestrati sei fabbricati

Sei fabbricati di proprietà di una società che sta realizzando un complesso turistico a Marina di Ascea, in località Sant’Elia, sono stati sottoposti a sequestro preventivo dai Carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di sequestro, emessa del Gip del Tribunale di Vallo della Lucania. Il provvedimento è scaturito da un indagine condotta dai Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica. Sarebbe emerso che il proprietario dell’area e degli immobili, con l’aiuto del progettista dei lavori, avrebbe falsamente dichiarato la preesistenza di vecchi ruderi che sarebbero poi dovuti essere ristrutturati. In altre parole, attraverso una semplice D.I.A., concessa con una documentazione, ritenuta non veritiera, il proprietario stava realizzando un complesso turistico di circa 1.500 metri quadri, composto da 60 camere che una volta ultimato avrebbe avuto un valore complessivo di oltre tre milioni di euro in un’area di più di 90 ettari. Il proprietario della struttura ed il progettista dei lavori sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Lascia un Commento