Arriva il Commissario a Scafati, finisce l’era Aliberti dopo 8 anni

Arriva il commissario prefettizio al Comune di Scafati.

Il sindaco dimissionario Pasquale Aliberti non ha ritirato le dimissione entro il termine previsto dalla legge sancendo la propria decadenza. L’era Aliberti così si chiude dopo 8 anni.

“A questa città ho dato l’anima. In quasi nove anni l’ho cambiata mettendoci tutto me stesso”, è il commento rilasciato ieri all’Ansa da Aliberti, protagonista di una complessa vicenda giudiziaria. Lo scorso 25 novembre il Tribunale del Riesame di Salerno, infatti, ha disposto la custodia cautelare in carcere per il primo cittadino di Scafati, accusato di violazione della legge elettorale, con l’aggravante del metodo mafioso, in occasione delle elezioni amministrative del 2013, e di voto di scambio politico-mafioso, in occasione delle elezioni regionali del 2015.

Il Riesame ha accolto il ricorso della Procura Antimafia di Salerno ma il primo cittadino di Scafati non andrà in carcere, perché prima dovrà pronunciarsi la Corte di Cassazione alla quale Aliberti si rivolgerà.

Ieri, Aliberti su Facebook ha postato l’#OrgogliosoDiScafati Dall’aprile del 2008 al 18 dicembre del 2016.

Più di 3mila giorni sono trascorsi, vissuti con passione amore e responsabilità. Abbiamo fatto, insieme, cose straordinarie, con l’impegno di chi ha vissuto questa grande comunità come una vera famiglia. E’ stato un sindacato entusiasmante, fatto di gioie e dolori, a tratti violento, soprattutto contro la mia persona e i miei affetti più cari, consumato da un odio come mai si era visto prima. Ci può stare!. Eppure, aggiunge Aliberti, di questa vita porterà nel cuore, nonostante tutto, solo i ricordi più cari.

L'arrivo del commissario a Scafati – scrive in una nota il consigliere comunale Angelo Matrone – sancisce ufficialmente il fallimento della politica. Non ci saranno più grandi alleanze e accordi sottobanco, ma solo uomini responsabili che aiuteranno il commissario prefettizio ad occuparsi di una delle città più grandi dell’Agro nocerino sarnese. Da oggi, afferma il consigliere Matrone, la politica a Scafati avrà una veste diversa e si ritornerà a dare spazio alle idee di tutti.

Lascia un Commento