Arresto Ouali a Bellizzi, l’1 aprile udienza per l’estradizione

Djamal Eddin Ouali, il 40enne algerino arrestato sabato dalla Polizia a Bellizzi, comparirà il 1 aprile dinanzi ai giudici della Corte d’Appello di Salerno che dovranno decidere sulla sua estradizione in Belgio.

Sul capo di Djamal Eddin Ouali pendeva dal 6 gennaio scorso un ordine di arresto internazionale, emesso dall’autorità giudiziaria del Belgio.

Il 40enne è ritenuto tra i fiancheggiatori dei terroristi che hanno colpito Francia e Belgio. In particolare l’uomo avrebbe fatto parte di un’organizzazione di falsari che avrebbe fornito ai terroristi i documenti contraffatti.

Il suo nome, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, era venuto fuori nel corso di una perquisizione effettuata in un covo di falsari a Saint-Gilles, un sobborgo di Bruxelles, ad ottobre del 2015, dunque qualche settimana prima delle stragi di Parigi.

Ieri mattina nel carcere di Fuorni, si è svolta l’udienza di convalida del fermo. Ouali si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il fermo è stato convalidato e per il momento l’ algerino resta in isolamento.

Il questore Anzalone ha confermato che l’algerino sarà estradato e che al momento non si cerca alcun complice

Lascia un Commento