Arresti e denunce, vasta operazione dei Carabinieri nel Salernitano. Leggi tutti i dettagli

Quattro arresti, tre denunce e due segnalazioni alla prefettura: è questo il bilancio dei servizi di controlli effettuati nelle ultime ore dai carabinieri della Compagnia di Eboli

Uno degli arresti è stato eseguito a Campagna, nei confronto di un uomo accusato di estorsione e violenza privata. L’uomo, già agli arresti domiciliari, era stato deferito dai militari per aver imposto al vicino di casa di allacciarsi abusivamente alla sua rete elettrica.

A Santa Cecilia di Eboli, i militari della locale Stazione hanno eseguito due provvedimenti emessi  nei confronti di altrettanti pregiudicati di nazionalità rumena per evasione dagli arresti domiciliari. Sono responsabili di furti nelle aziende agricole.

Ad Altavilla Silentina i militari hanno denunciato in stato di libertà tre persone responsabili di violazioni alle norme venatorie. Ai tre cacciatori, sorpresi in area protetta della riserva naturale Foce Sele Tanagro, sono stati sequestrati i fucili ed il relativo munizionamento.

A Borgo Carillia i militari della locale Stazione hanno sottoposto  al regime di detenzione domiciliare una persona del posto  nei confronti della quale il tribunale di Sorveglianza di Salerno aveva  emesso un provvedimento di condanna di 4 mesi per violazione alle del Codice della Strada.

Ad Eboli, gli equipaggi dell’Aliquota Radiomobile hanno deferito due pregiudicati del posto sorpresi a bordo di un veicolo all’interno del quale è stato rinvenuto un bastone animato vale a dire, all’apparenza un normale bastone da passeggio che al suo interno nascondeva una lama. 

Sono stati controllati in totale  50 veicoli, 5 dei quali sottoposti a sequestro poichè  sprovvisti della prevista copertura assicurativa

Segnalati alla Prefettura di Salerno due giovani trovati in possesso di sostanza stupefacente del tipo leggero. Inoltre sono stati recuperati, parcheggiati nei pressi del centro commerciale, due veicoli oggetto di furto sui quali erano state apposte targhe contraffatte e che con molta probabilità dovevano essere utilizzati per commettere reati. 

Lascia un Commento