Arrestato pedofilo ricercato in campo internazionale. La vittima era una14enne salernitana

Ricercato in campo internazionale su ordine del Tribunale di Salerno, un presunto pedofilo è stato catturato ieri all’aeroporto di Fiumicino da personale della Polizia di Stato unitamente allo SCIP ( Servizio per la Cooperazione Internazionale della Polizia) presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale.

Si tratta di un cittadino albanese di 68 anni, accusato dalla Procura di Salerno, che ne aveva chiesto l’arresto, dei gravi reati di violenza sessuale aggravata, divulgazione di materiale pedopornografico, accesso abusivo a sistema informatico, sostituzione di persona e atti persecutori in danno di minore.

A far scattare le indagini che hanno condotto all’arresto del 68enne è stata la coraggiosa denuncia della mamma di una ragazza di 14 anni. Due anni fa, la donna si rivolse alla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Salerno raccontando che la figlia era costretta, mediante minacce, a inviare tramite il noto social network Facebook video erotici realizzati con la webcam. Aveva inoltre raccontato che a seguito del suo rifiuto di continuare a produrre e ad inviare tali filmati, il 68enne albanese, arrestato ieri, aveva pubblicato alcuni cortometraggi erotici in suo possesso, visibili ad amici e parenti.

Le indagini condotte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno hanno consentito agli specialisti della Polizia Postale di Salerno di individuare in Albania il pedofilo che è stato arrestato ed estradato in Italia grazie alla cooperazione delle Autorità Albanesi.

Riascolta qui le interviste di Monica di Mauro al Procuratore Capo Corrado Lembo e all'ispettore Capo della Polizia Postale Roberta Manzo 

 

Lembo e Manzo su arresto Pedofilo

Lascia un Commento