Arrestato 36enne per violenze contro familiari e danneggiamenti e furto a Battipaglia

Un pregiudicato di Battipaglia, di 36 anni, ieri sera è stato arrestato dai carabinieri della locale Compagnia con le accuse di atti persecutori, violazione di domicilio, estorsione e danneggiamento.

Nei suoi confronti è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere dal Gip del Tribunale di Salerno, a conclusione di indagini dei militari dell’Arma, che hanno consentito di raccogliere a suo carico elementi di colpevolezza per una serie di episodi avvenuti tra il 20 ed il 26 gennaio scorso.

Il 36enne, in preda a crisi di astinenza da droga, dopo aver sfondato a colpi d’ascia le porte delle abitazioni dei genitori e della sorella si era fatto consegnare i soldi necessari per comprare le dosi di stupefacente.

Il 36enne battipagliese, prima di questi episodi ai danni dei famigliari, lo scorso 19 gennaio aveva danneggiato i portoni d’ingresso e le fotocellule di un caseificio sul litorale battipagliese, dove aveva lavorato come operaio ma poi era stato licenziato poiché sorpreso a rubare. Aveva inoltre danneggiato a colpi d’ascia, l’automobile del custode del caseificio. 

Ora è rinchiuso nella Casa Circondariale di Salerno.

Lascia un Commento