Armi e munizioni a casa di un 43enne a Capaccio-Paestum

Un fucile a canne mozze rubato nel 2000 nel napoletano è stato trovato dai carabinieri a casa di un 43enne di Capaccio-Paestum.

Insieme all’arma, risultata rubata a Boscotrecase, l’uomo Bartolomeo Gallo nella sua abitazione di Foce Sele deteneva anche numerose cartucce.

Fucile e munizioni sono stati sequestrati, mentre l’uomo è stato arrestato e posto ai domiciliari, in attesa del processo per direttissima presso il Tribunale di Salerno.

L’uomo, gestore del molo di Foce Sele, lo scorso primo gennaio fu accoltellato da persone rimaste ignote. Tre sconosciuti lo colpirono provocandogli ferite che i medici suturarono con 40 punti.

Lascia un Commento