Approvata la legge regionale sui rifiuti, commenti e considerazioni dell’assessore Bonavitacola

Approvata la legge regionale sui rifiuti in Campania. Il via libera è arrivato ieri pomeriggio dal Consiglio regionale con 25 voti favorevoli, 6 contrari del centrodestra, 7 astenuti dei Cinque Stelle, e 8 non votanti. I principali obiettivi da raggiungere entro il 2020 e contenuti nella legge sono: la raccolta differenziata al 65%; per ciascuna frazione differenziata, il 70% di materia effettivamente recuperata. La differenziata attualmente raggiunge una media regionale del 49,5%. Per raggiungere livelli più alti la Regione assicura anche incentivi economici e misure premiali sulla tariffa per i Comuni che fanno registrare i migliori risultati.

Per la gestione integrata dei rifiuti da parte dei Comuni, il territorio regionale viene ripartito in 5 Ato (Ambiti territoriali ottimali), uno per la città metropolitana di Napoli e poi uno per ogni provincia.

La legge regionale sui rifiuti è molto attesa anche dai lavoratori dei Consorzi di Bacino e dell’intera filiera, che ora sono in una sorta di limbo e oltre a non percepire regolarmente gli stipendi non hanno certezze per il futuro. Obbiettivo della legge anche le bonifiche nelle aree inquinate e l'assoluto divieto di impiantistica in zone soggette a tutela ambientale. Ne abbiamo parlato questa mattina a Radio Alfa con l’assessore regionale all’Ambiente Fulvio Bonavitacola.

Riascolta l'intervista QUI

Fulvio Bonavitacola su legge rifiuti

Lascia un Commento