Anticamorra nell’Agro nocerino-sarnese, i particolari dell’operazione Un’altra Storia

Ventuno arresti e 6 indagati a piede libero nell’inchiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Salerno che questa mattina all'alba ha fatto scattare la maxi operazione dei carabinieri del Ros e della Squadra Mobile di Salerno nell’Agro nocerino sarnese. Sgominati tre distinti gruppi criminali dediti ad associazione mafiosa, spaccio di droga e intestazione fittizia di beni con base operativa a Nocera Inferiore.

"Un'altra storia", il nome in codice dell’operazione che ha permesso di ricostruire il quadro di una agguerrita compagine criminale, oltre che le sinergie e le alleanze con altri gruppi dell'area napoletana. Numerose le violenze registrate nel corso delle indagini, come pestaggi in pubblico e l'utilizzo indiscriminato della violenza armata, ogni volta che il loro ruolo sul territorio veniva messo in dubbio. Il 29 gennaio scorso, ad esempio, un consulente amministrativo di Nocera Inferiore venne brutalmente aggredito e colpito con calci e pugni nelle vicinanza della sala scommesse di corso Garibaldi.

Inoltre gli investigatori hanno appurato come la controversia tra due bande è stata alla base delle sparatorie che dagli inizi di novembre 2016 hanno portato paura e tensioni nella città di Nocera.

I dettagli dell’operazione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa (nella foto) dal procuratore capo Corrado Lembo, dal comandante provinciale dei Carabinieri Antonino Neosi, dal capo della Squadra Mobile di Salerno Tommaso Niglio e dal questore di Salerno, Pasquale Errico. 

Lascia un Commento