Anteprima ‘Puliamo il Mondo’ per ripulire la pista ciclabile costata 12 milioni di euro

Manca poco alla nuova edizione di "Puliamo il Mondo", la storica campagna di Legambiente, giunta alla sua 24esima edizione che si svolgerà il 23, 24 e 25 settembre con l’obiettivo di ripulire le strade, i parchi, i giardini, le piazze, i fiumi e le spiagge di tutte le città italiane. In Campania, sono al momento circa 150 le aree che saranno ripulite da oltre di 10mila volontari.  La provincia di Salerno è leader regionale per numero di adesioni: oltre il 40% delle adesione in Campania riguardano i comuni del salernitano.

L’edizione di quest’anno è dedicata  all’integrazione e all’abbattimento delle barriere fisiche, culturali, sociali e mentali.

Un'anteprima di Puliamo il Mondo si svolge oggi, venerdi’ 16 settembre, con la pulizia simbolica di vari tratti della pista ciclabile sulla strada provinciale 175 che corre parallelamente alla costa salernitana da Pontacagnano a Paestum.

Si tratta di una pista ciclabile costata almeno 12 milioni di euro e abbandonata nel più assoluto degrado.

"Quella da Salerno a Paestum – commenta Legambiente – è considerata la più lunga d’Europa, di certo è la meno frequentata al mondo dato che il tracciato della pista ciclabile è ostruito in più punti da rifiuti di ogni genere".

La pista ciclabile è interrotta in più tratti da strade asfaltate che non permettono l’accesso all’arenile o alla macchia mediterranea.

Nella parte finale del tracciato, al confine tra i comuni di Capaccio e Agropoli, è impossibile usare la bicicletta per la presenza di fossati, muri e pontili in legno sbarrati.

Oggi i volontari di Legambiente ripuliranno simbolicamente piccoli tratti della pista ciclabile per denunciare lo spreco di risorse e lo stato di totale abbandono.

Lascia un Commento