Annata olearia 2017 rischia di essere un disastro. Fino a -70% produzione olio nel Salernitano

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

L’annata olearia 2017 rischia di essere un disastro. Non siamo ai livelli del 2015, ma il rischio è comunque elevato.

A lanciare l’allarme i produttori cilentani. Il problema, in realtà, riguarda gran parte tutta Italia a causa delle poche pioggia, della troppa umidità nel periodo di fioritura e di alcuni insetti.

Quella 2016 è stata un’annata positiva, per questo ci si aspettava un calo per il 2017, ma a causa dei fattori climatici si rischia di produrre il 40% in meno di olio sul territorio salernitano.

 

Secondo un recente studio condotto dalla GEA Iberia le previsioni per la prossima campagna olearia indicano un crollo in particolare dell’Italia e della Tunisia, una flessione anche per Grecia e Portogallo mentre crescita per Spagna e Turchia. Ci si aspetta in generale un calo del 8% della produzione mondiale di olio d'oliva nella campagna olearia 2016/2017. Lo ha raccolto i dati provenienti da magazzini dei 47 paesi produttori di olio d'oliva. L'Europa, che copre oltre il 78% della produzione globale, subirà un calo di oltre il 4%.

 

Abbiamo approfondito questo argomento con Massimo Cobellis, presidente delConsorzio di tutela dell’olio extravergine DOP del Cilento

Riascoltalo QUI

Cobellis su calo produzione olio nel Salernitano

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp