Annata nera per la castanicoltura, incontro a Roccadaspide

Non bastava l’attacco del cinipide galligeno: a peggiorare la situazione della castanicoltura in provincia di Salerno ci si è messa quest’anno una condizione climatica avversa, che ha contribuito a fare di questa una delle peggiori annate per quanto riguarda la quantità delle castagne prodotte. La produzione, infatti, quest’anno registra un calo del 90%: numeri a dir poco allarmanti che, secondo Coldiretti Salerno, devono spingere la Commissione regionale Agricoltura a sollecitare l’avvio dell’iter per una nuova legge regionale sulla castanicoltura. Se  ne è discusso a Roccadaspide nel corso di un incontro organizzato proprio da Coldiretti che ha chiamato a raccolta i produttori locali.

Annavelia Salerno ha seguito l’incontro ed ha intervistato Vittorio Sangiorgio presidente Coldiretti Salerno, e Roberto Mazzei, esperto di castanicoltura.

 

Riascolta qui le interviste

Coldiretti

Lascia un Commento