Angri (SA) – Tentano la truffa dello specchietto ma la vittima era un carabiniere. Arrestati

E’ andata male a due truffatori dello “specchietto” che ieri ad Angri hanno adocchiato la loro vittima a bordo di una macchina nuova. Purtroppo per i due, si trattava di un carabiniere. I due, dopo aver “provocato” un rumore, fingendo di aver subito dei danni hanno avanzato la richiesta di un risarcimento di 100euro. Una tecnica rodata che deve essere riuscita varie volte a danno di molte vittime ma in questo caso, il militare ha capito subito in che “inghippo” stava per finire. Si è qualificato chiedendo i documenti dei due che, dopo un attimo di disorientamento, hanno tentato di fuggire con la loro auto opponendo viva resistenza al carabiniere. Con il supporto dei colleghi, i due sono stati bloccati, si tratta di Vincenzo Testa, 31 anni di Casalnuovo (na) e Enrico Carlo Del Giacco di Acerra (na), arrestati per concorso in tentata truffa e rifiuto indicazioni sulla propria identità personale e resistenza a P.U.. Del Giacco è stato indagato anche per guida senza patente.

Lascia un Commento