Angri (SA) – Tenta di bruciare viva la moglie che lo aveva lasciato

Non accettava che il suo matrimonio fosse finito e dopo vari tentativi di ricongiugimento con la moglie ha organizzato una fredda e folle vendetta. Ieri sera un uomo ucraino di 51 anni, Valeriy BILYAYEV si è recato presso l’abitazione della moglie, una connazionale di 52 anni da cui era separato da tre mesi e dopo l’ennesimo litigio nato per il secco diniego della donna a riallacciare la relazione, ha cominciato ad aggredirla violentemente con calci e pugni, trascinandola in cucina ove, dopo aver  prelevato la bombola di gas e aperto la manopola, indirizzando il getto verso di lei e dandole fuoco. L’uomo è fuggito mentre la donna, grazie all’allarme lanciato dai vicini è stata trasferita all’Ospedale di Scafati (SA), dove le sono state riscontrate “contusioni multiple ed ustioni sul 60 % del corpo”- Ora è in prognosi riservata. Le rapide indagini dei Carabinieri avvertiti dal personale medico hanno permesso di identificare e rintracciare il 51enne che intanto si era rifugiato in un’abitazione di Angri. E’ stato prima sottoposto alle cure del personale sanitario dell’ospedale di Pagani, in quanto era stato anche lui investito dalle fiamme e ustionato al viso ed alle braccia, poi è stato arrestato per tentato omicidio.

Lascia un Commento