Angri (SA) – Rumori da ditta vicino casa, si dà fuoco in municipio

Si è recata al comune per protestare contro i forti rumori provenienti da una azienda poco distante dalla propria abitazione, quando improvvisamente si è cosparsa di liquido infiammabile e si è data fuoco. E’ accaduto nella tarda mattinata ad Angri. La donna, una 63enne si era recata nell’ufficio tecnico del comune e lì, dopo aver manifestato il suo dissenso per la situazione che a suo dire era diventata insostenibile, si è cosparsa i vestiti di liquido infiammabile, contenuto in due bottiglie di plastica, e poi si è data fuoco. Sono intervenuti immediatamente i carabinieri e i vigili urbani che quando hanno visto le fiamme sono intervenuti, evitando che la donna diventasse una torcia umana. La 63enne è stata soccorsa e trasportata all’ospedale di Nocera Inferiore. Ha riportato ustioni alle braccia e alle gambe ma le sue condizioni non destano preoccupazione. Lievemente ustionati anche due carabinieri della locale stazione.

Lascia un Commento