Angri (SA) – Picchiava la moglie e i figli, allontanato da casa

I Carabinieri della Stazione di ANGRI hanno notificato ad un pregiudicato di 43 anni, separato, l’ordinanza di custodia cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, emessa lo scorso 15 ottobre dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore. L’uomo è responsabile di maltrattamenti in famiglia, in quanto sottoponeva la moglie e i tre figli a continue percosse e ingiurie, facendo mancare loro i mezzi di sussistenza e sottraendo anche dalla casa coniugale beni di valore e preziosi. Comportamenti messi in atto dal 1989 e fino all’agosto del 2009, quando l’uomo, dopo aver minacciato e picchiato la moglie, aggrediva anche i figli accorsi in aiuto della madre, colpendoli con calci e pugni al volto e al corpo. Inoltre, nello scorso mese di agosto  si è reso responsabile di violenza e minaccia, in quanto ha sfondato la porta d’ingresso dell’abitazione, per costringere la moglie a farlo entrare in casa. Infine, l’uomo ha minacciato e ingiuriato la moglie anche via telefono, dicendole che l’avrebbe uccisa e che l’uomo che frequentava era un uomo morto.

 

Lascia un Commento