Angri (SA) – Noe sequestra un impianto di stoccaggio di rifiuti

L’impianto di stoccaggio provvisorio e trattamento di rifiuti speciali non pericolosi nell’area PIP di Angri è stato nuovamente posto sotto sequestro oggi dai carabinieri del Nucleo Operativo ecologico di Salerno che hanno denunciato il legale rappresentante della società e il responsabile tecnico. I militari avrebbero accertato che l’impianto ha subito delle modifiche sostanziali. In particolare l’impianto di triturazione dei rifiuti sarebbe stato incrementato attraverso l’installazione e la messa in esercizio di ulteriori quattro impianti di triturazione, tre dei quali all’interno del capannone, ed un altro sul piazzale, tutti producenti emissioni in atmosfera.

Lascia un Commento