Angri (SA) – NAS chiudono un conservificio abusivo

Un conservificio abusivo in precarie condizioni igieniche, sanitarie e gestionali è stato scoperto ad Angri dai Carabinieri dei Nas che hanno chiuso la struttura e sequestrato oltre 500 chili di conserve vegetali sottolio e sottoaceto. Gran parte dell’attività di stoccaggio, cottura e deposito delle materie prime si svolgeva all’esterno della struttura, sotto una tettoia che non assicurava protezione degli alimenti dalle intemperie e da animali infestanti. La ditta era autorizzata come attività di ristorazione da asporto ma di fatto, secondo gli investigatori, produceva carciofi, melanzane, zucchine e peperoni sottolio e sottaceto in barattoli che poi venivano poste in vendita nella stessa azienda. I Nas hanno riscontrato che la struttura non aveva attrezzature idonee per cui la pastorizzazione dei prodotti finiti veniva eseguita in maniera molto artigianale e per nulla sicura, ovvero bollendo le confezioni all’esterno in bidoni ad uso domestico. Al titolare dell’azienda sono state contestate sanzioni amministrative.

Lascia un Commento