Angri (SA) – Il boss Paduano ospitato da una famiglia insospettabile per soldi

E’ stato arrestato sabato sera ad Angri, in provincia di Salerno, Salvatore Paduano, 22 anni, ritenuto il reggente del clan Gionta di Torre Annunziata, sfuggito per ben due volte ai carabinieri, nel corso degli ultimi due anni. Nel corso della latitanza il giovane non ha mai incontrato i familiari. Vedeva solo la fidanzata, anche in località del Nord Italia con la quale comunicava solo con dei ‘pizzini’.

Paduano è il figlio dell’ergastolano Ciro e nipote del boss Valentino Gionta. Paduano erano ricercato per associazione mafiosa, estorsioni, rapina, detenzione illegale di armi e di aver partecipato, quando era ancora minorenne alle fasi preparatorie di un omicidio compiuto nel 2007. Per questo omicidio sono stati condannati all’ergastolo 11 appartenenti al clan Gionta.

Lascia un Commento