Angri (SA) – Beni per 2,5 mln confiscati dalla Dia

Beni per un valore per 2 milioni e mezzo di euro sono stati confiscati dalla Direzione investigativa antimafia di Salerno as un pregiudicato di 56 anni, di Angri. Gli agenti della Dia, su disposizione della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Salerno e della Divisione anticrimine della Questura di Salerno hanno notificato all’uomo la misura della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno per la durata di tre anni.

Ritenuto in passato un personaggio di spicco del clan di Carmine Alfieri, si era guadagnato per la sua attività di usuraio uu soprannome particolare. Ha numerosi precedenti, per reati contro il patrimonio, sfruttamento della prostituzione ed associazione a delinquere. Di recente è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare per i reati di usura ed estorsione.

Il patrimonio confiscato con il provvedimento odierno riguarda numerosi immobili e terreni nei Comuni di Angri, Sant’Antonio Abate ed in provincia di Treviso.

Lascia un Commento