Angri, protestano i lavoratori del depuratore

Sono saliti sulla sommità di una vasca di raccolta dell’impianto di depurazione di Angri i lavoratori del depuratori di Angri che di nuovo protestano per i ritardi nel pagamento dello stipendio.

Gli operai hanno percepito solo metà della mensilità di aprile.

Il 24 maggio, i 21 operai avevano inscenato un sit in incassando anche la vicinanza dei sindaci di Angri e Sant’Egidio che si erano uniti alla manifestazione di protesta, impegnandosi in prima persona a chiedere un incontro all’assessore regionale Bonavitacola giacchè a quanto pare i ritardi nel pagamento delle spettanze alla ditta interessata dipenderebbero da Palazzo Santa Lucia. L’impianto infatti è regionale ma è gestito da una ditta privata. 

Al momento non ci sono novità su questo fronte.

Secondo la nuova legge regionale presto la struttura dovrebbe essere affidata alla Gori.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento