Anche il Giffoni Film Festival ricorda la strage di via D’Amelio

Anche il Giffoni Film Festival ricorda la strage di via D'Amelio e l'uccisione del magistrato Paolo Borsellino, nel giorno del 24esimo anniversario dell’attentato. Sono giunti al Festival i magistrati Corrado Lembo procuratore della Repubblica di Salerno e Antonio Laudati pm della Direzione Nazionale Antimafia che incontrano i ragazzi e assistono alle proiezioni dei film.

"Oggi è la giornata dedicata agli eroi – ha detto Laudati – dobbiamo ricordare Borsellino, ma le nostre società non possono vivere sul sacrificio e sull'eroismo di pochi. Borsellino ha dato un esempio straordinario, io sono particolarmente legato. Oggi basta usare un telefonino per rendere la nostra società migliore. Non dobbiamo girarci dall'altra parte quando accade qualcosa. La principale colpa che possiamo commettere è l'indifferenza."

I magistrati Laudati e Lembo incontrano i giovani della sezione "Generator +18" per assistere poi alla proiezione del film "Il Ragazzo che Sognava un Bar". 

Lascia un Commento