Anche due salernitani nell’inchiesta potentina sui maltrattamenti al Don Uva

 

Ci sono anche un medico di Salerno ed una infermiera di Polla coinvolti nella brutta vicenda consumatasi a Potenza al Centro di Riabilitazione “Opera Don Uva” dove i pazienti venivano maltrattati dal personale ricevendo calci, pugni, offese e qualcuno veniva anche legato al letto con le lenzuola. Hanno posto fine a questa terribile situazione ieri i carabinieri che hanno arrestato sette operatori e notificato il divieto di dimora ad altri otto. I due salernitani hanno avuto un divieto di dimora. Fra gli otto divieti di dimora spicca il nome del direttore del reparto, Agatino Mancusi, in passato consigliere e assessore regionale della Basilicata.

I sette agli arresti domiciliari sono sei operatori socio-sanitari e un animatore. Le accuse sono gravi: maltrattamenti aggravati e continuati per tutti, sequestro di persona per due. A subire i gravi maltrattamenti 28 pazienti classificati con patologie medio-gravi ricoverati nel reparto M6 del Don Uva.

Una risposta

  1. Giovanni Alberto 09/04/2016

Lascia un Commento