Amalfi, scompare l’ex sindaco Gaetano Gargano

La comunità di Amalfi piange la scomparsa dell’ex sindaco Gaetano Gargano, colpito da un improvviso malore, ieri sera.

A nulla è servita la disperata corsa dall’abitazione salernitana di via Francesco Manzo, dove viveva da anni, al Ruggi. Gargano è stato stroncato da un arresto cardiaco, intorno alle 19, poco dopo il suo arrivo in ambulanza.

Gargano è stato sindaco di Amalfi negli anni Ottanta, per poi ricoprire la carica di consigliere provinciale e di vicepresidente della Provincia di Salerno.

Alla carriera politica Gargano ha affiancato anche quella scolastica. Docente di materie turistiche, è stato poi anche preside dell’Istituto Alberghiero “Virtuoso” di Salerno e all’Istituto Tecnico per il Turismo “Flavio Gioia” di Amalfi.

Gargano ha contribuito in maniera efficace alla formazione di generazioni di giovani professionisti nel settore turistico-ricettivo.

Lascia la moglie Gabriella Savo e due figli: Annino che dal 17 gennaio scorso è a capo della Squadra Mobile di Bari e Antonella, dottore commercialista a Salerno.

Lascia un Commento