Amalfi (SA) – Una manovra sbagliata forse la causa del ribaltamento della gru.

Una manovra sbagliata sarebbe la causa del ribaltamento della gru al porto di Amalfi dove ieri mattina è morto schiacciato Cosimo Gambardella, di 75 anni. Da quanto si è appreso, il mezzo meccanico della ditta di famiglia, operante nel settore del rimessaggio di natanti, aveva da poco calato in mare una barca. Gambardella stava effettuando una manovra in retromarcia, quando una ruota del mezzo meccanico é uscita dalla banchina, facendolo ribaltare. L’uomo non è riuscito ad abbandonare il mezzo che lo ha schiacciato. Quando sono giunti i primi soccoritori, il 75enne era già morto.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri, è giunto anche il magistrato di turno della Procura di Salerno, che dopo aver ricostruito la dinamica dell’incidente, ha disposto l’esame esterno del corpo e le indagini per accertare che siano state rispettate le norme in materia di sicurezza sul lavoro. La morte di Gambardella ha suscitato profonda emozione. L’uomo, infatti, era molto conosciuto ad Amalfi.

Lascia un Commento