Amalfi, ok alla riqualificazione dell’ex Fondo Fusco

Amalfi, via libera del Consiglio Comunale al bando per la ristrutturazione e gestione del complesso sportivo ex Fondo Fusco. A breve sarà pubblicato il bando con cui saranno affidati la ristrutturazione e gestione del complesso sportivo “ex Fondo Fusco”.

La scelta dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Daniele Milano è stata ratificata in sede di consiglio comunale, martedì 30 luglio, sulla base della relazione letta e proposta dal consigliere delegato agli impianti sportivi, Francesco De Riso.

L’aggiudicatario dovrà effettuare i lavori di riqualificazione, adeguamento sismico e copertura del campo superiore. L’affidamento comprende l’intera area: il complesso sportivo che include palestra polifunzionale  a piano strada, il campo al piano superiore sul quale realizzare la copertura, ed i relativi spogliatoi e tribuna; l’area verde a servizio dove sorgono 3 ruderi, da destinare a foresteria/casa degli ospiti, centro benessere e Bar/ristorante. La concessione sarà ventennale, così come sarà specificato dal bando per l’affidamento, che sarà pubblicato a giorni sull’albo pretorio del Comune di Amalfi. L’importo complessivo dei lavori è stimato in oltre 3 milioni e 300mila euro ai quali il Comune comparteciperà con circa il 35% dell’importo attraverso la cessione del cespite della ex scuola di Pastena (con destinazione residenziale) e l’importo di 500mila euro finanziato dall’Istituto del Credito Sportivo. In capo al Comune resteranno la direzione dei lavori, i collaudi ed altri adempimenti di natura tecnica. Il gestore, dovrà obbligatoriamente ammodernare l’impianto sportivo come da progetto definitivo – dotato di tutti i pareri – e garantire alla città il regolare svolgimento delle attività sportive, con canali preferenziali da riservare alle associazioni locali ed ai cittadini.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento