Allarme smog anche a Cava de’ Tirreni, superato il limite massimo

Non solo a Nocera Inferiore, troppi sforamenti di PM10 sono stati registrati anche a Cava de’ Tirreni nella settimana di Ferragosto dalle centraline Arpac, l’Agenzia regionale per l’ambiente.

Il bollettino riporta 31 sforamenti del limite massimo consentito delle polveri sottili nell’aria.

È il traffico veicolare a contribuire maggiormente all’aumento dei livelli nell’aria.

Pur essendo un inquinante secondario svolge un ruolo fondamentale nella formazione dello smog in quanto favorisce la produzione di tutta una serie di inquinanti pericolosi come l’ozono, l’acido nitrico e l’acido nitroso.

Lascia un Commento