“Alla Tavola della Principessa Costanza”, 100mila presenze a Teggiano per la 26esima edizione

Sono state 100mila le presenze a Teggiano per la 26esima edizione de “Alla tavola della Principessa Costanza”, la manifestazione promossa dalla Pro Loco Teggiano, con il supporto del Comune di Teggiano e della Regione Campania, ed in partnership con la Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania.

L’evento si è svolto con la guida del direttore artistico Enzo d’Arco, che ha introdotto un’apprezzata novità: l’abbraccio affettuoso e il bacio lieve tra il Principe Antonello la Principessa Costanza.

La festa medievale ha conquistato anche i TG RAI, da cui è stata descritta “una delle più belle e spettacolari manifestazioni d’Italia”. 

L’entusiasmo della critica e del pubblico riscontrato quest’anno -conferma il Presidente della Pro Loco Teggiano, Biagio Matera– ci rendono estremamente soddisfatti. Siamo sempre stati convinti della bellezza della nostra manifestazione, ma certamente sentire dai telegiornali della RAI che è una delle più importanti d’Italia è motivo di grande orgoglio per noi che la organizziamo. Alla Tavola della Principessa Costanza è parte di noi stessi e delle nostre vite, tanto che –conclude Biagio Matera- già dal 16 di agosto cominceremo a pensare alla 27^ edizione”.

Bilancio estremamente positivo anche per la Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania, sponsor principale della kermesse: “Anche noi della Banca del Cilento -sottolinea la vicepresidente Rosa Lefante– non ci siamo limitati a dare un sostegno economico, ma abbiamo voluto vivere appieno con una nostra delegazione questa splendida esperienza, che riporta Teggiano in un’epoca medievale, tra emozioni uniche. Il bilancio di quest’anno, anche per quanto riguarda l’organizzazione e il riscontro mediatico e di pubblico, ha superato ancora una volta le nostre stesse aspettative”.

Tra le novità introdotte dal nuovo direttore artistico Enzo D’Arco, finalizzate al maggiore coinvolgimento del pubblico, sono state molto apprezzate anche quelle relative all’Assalto al Castello, che quest’anno si si è avvicinato un po’ di più ad un vero e proprio spettacolo teatrale, introducendo la presenza attoriale nell’intreccio e nella storia. E poi, ovviamente, l’applauditissimo bacio tra il Principe e la Principessa: “Siamo in un momento storico -spiega Enzo D’Arco– nel quale l’imbarbarimento e l’irrigidimento dei sentimenti è all’ennesima potenza, e quindi ancora più di sempre abbiamo bisogno di incontrare l’altro, di esprimere bei sentimenti. Ecco perché anche all’interno di una storia che prevede lo scontro spettacolarizzato tra Aragonesi e Angioini, nello scenario splendido del Castello Macchiaroli, devono trovare spazio il sogno, l’amore e la fantasia”.

Il sindaco di Teggiano Michele Di Candia loda la capacità di accoglienza di Teggiano e del Vallo di Diano: “Più di 100mila visitatori in tre giorni sono numeri da capogiro -evidenzia- ed è possibile accoglierli soltanto grazie all’encomiabile lavoro e al gioco di squadra di centinaia di persone: una macchina organizzativa che non ha eguali, a partire dalla Pro Loco Teggiano e dai tanti volontari. Un ringraziamento speciale va anche quest’anno alla Regione Campania e all’Assessore al Turismo Corrado Matera, per la vicinanza dimostrata.”

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento