Alghe nel mare tra Eboli e Battipaglia, i risultati delle indagini Arpac

La presenza massiccia di alghe nel mare tra Eboli e Battipaglia è dovuta alla presenza del fitoplancton in concentrazione anomala.

È quanto hanno accertato i tecnici Arpac che lo scorso 17 luglio hanno prelevato campioni di acqua e di alghe nei pressi dell’idrovora. Le alghe quando si decompongono emanano un cattivo odore che mette in fuga i bagnanti.

Il problema quindi potrebbe derivare proprio dall’idrovora che ha portato a mare i residui dei fertilizzanti provenienti dai campi. Più fattori quest’anno hanno intensificato il fenomeno: dalle piogge a maggio che hanno arricchito le acque marine di nutrienti, al caldo che hanno fatto  crescere le alghe. Si cerca ora di correre ai ripari, ma intanto gli operatori balneari chiedono che si accertino le responsabilità. Potrebbero presentare anche un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere un risarcimento dei danni.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento