Albanella, assolto dopo 10 anni dall’accusa di omicidio colposo

E’ stato assolto perché il fatto non sussiste, il 65enne Pasquale Pennella, di Altavilla Silentina, imputato in un processo scaturisto 10 anni fa da un incidente stradale in cui rimase coinvolto e in cui perse la vita il 78enne Luigi Grippa, anche lui di Albanella.

Pennella, come scrive Stile Tv, è stato assolto in primo grado dall’accusa di omicidio colposo con l’aggravante della guida sotto l’effetto di droghe.  

All’epoca dei fatti, nell’incidente avvenuto ad un incrocio lungo la Provinciale 11 in località Fontana di Jacopo di Albanella, il meccanico Pennella rimase ferito in maniera grave mentre Luigi Grippa morì sul colpo.

Durante il ricovero all’ospedale di Roccadaspide, Perrella si sottopose al test, risultando però positivo ad alcune sostanze psicotrope, pur non avendo mai assunto stupefacenti: nel corso del processo, sempre secondo quanto riporta Stile Tv, la difesa ha dimostrato che la presenza nel sangue delle sostanze psicotrope era invece riconducibile all’uso frequente di un farmaco per il mal di schiena. Il pubblico ministero aveva chiesto una pena a 4 anni di reclusione per Pennella, invece i giudici lo hanno assolto con formula piena.

Lascia un Commento