Albanella, arrestato candidato a sindaco. Trovata arma clandestina nel corso di una perquisizione

Un candidato sindaco del comune di Albanella, Pasquale Mirarchi è stato arrestato in flagranza con l’accusa di detenzione di arma da sparo clandestina. L’arresto è scattato nel corso di una delle due perquisizioni eseguite questa mattina dalla Dia su richiesta della Dda di Salerno, nell’ambito dell’inchiesta che ha coinvolto per scambio di voto politico/mafioso l’ex sindaco di Agropoli, Alfieri e l’attuale Coppola.  
L’imprenditore è titolare di un’azienda bufalina presso cui era stata disposta la perquisizione. All’interno dell’azienda, gli uomini della Dia, hanno trovato l’arma. Come previsto da legge, è scattato l’arresto. L’uomo era indagato per turbativa d’asta 
Una seconda perquisizione è stata effettuata nei confronti del titolare di una società per azioni di Roccadaspide, vincitrice della gara di appalto per i lavori di manutenzione della pubblica illuminazione di Agropoli. Anche in questo caso, il titolare risulta indagato per turbativa d’asta

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento