Agropoli (SA) – Studenti del liceo, per punizione condannati a studiare

Fioccano nelle scuole di tutta Italia le punizioni alternative. Un caso esemplare si registra ad Agropoli. I professori dell’Istituto Tecnico Commerciale Vico, per interrompere i litigi tra due studenti hanno pensato di sospenderli dal contesto della classe, ossia far trascorrere ai ragazzi due giorni di lezione in un’aula adiacente all’ufficio del preside. Dovranno studiare insieme e aiutarsi. A ogni cambio di ora riceveranno dai professori i compiti da fare durante le ore di lezione. Le famiglie si sono impegnate a far proseguire la punizione per un’altra settimana a casa, dopo l’orario scolastico. Alla decisione, il Consiglio di classe è arrivato dopo l’inutile minaccia dell’insufficienza in condotta. La scelta di sperimentare punizioni alternative è più che altro una necessità, visto che i rimedi fin qui trovati non hanno dato i risultati sperati.

Lascia un Commento