Agropoli (SA) – Scritte contro il parà morto in Afghanistan

Scritte offensive, due in tutto, nei confronti di Alessandro Romani, il parà ucciso venerdì scorso in Afghanistan sono comparse lungo i muri delle vie adiacenti il lungomare San Marco, ad Agropoli, nel Salernitano. "10, 100, 1000 Alessandro Romani" e "Piu’ soldati morti, bastardi assassin", recitano le scritte, entrambe accompagnate dalla A cerchiata degli anarchici. "Un episodio deplorevole", ha commentato il sindaco Franco Alfieri, che ha subito ordinato la rimozione delle scritte.

Lascia un Commento