Agropoli (SA) – La Fornace diventa patrimonio del comune

Con un investimento di 100mila euro, la "Fornace di Campamento" di Agropoli è diventata patrimonio del Comune, che ha fatto valere il diritto di prelazione sulla vendita. Si tratta di una delle rarissime testimonianze di archeologia industriale, realizzata nel 1876 ed attiva fino al 1969. La fornace faceva parte di una fabbrica che produceva laterizi, ed era composta da sei forni: i mattoni prodotti furono impiegati anche per la realizzazione del "Palazzaccio", il palazzo di giustizia di Roma. La fornace, che occupa un’area di circa 2300 metri quadrati, è stata riconosciuta di interesse particolarmente importante e sottoposta a tutela. "La Fornace – ha commentato il sindaco Alfieri – rappresenta un elemento significativo della storia e dell’identità culturale della comunità agropolese. La fabbrica dei laterizi è stata parte caratterizzante dell’economia e dello sviluppo della città. Oggi è una giornata importante – ha aggiunto – perché consegniamo ai cittadini e al patrimonio pubblico uno dei simboli di Agropoli, così come abbiamo già fatto con il Castello medievale".

Lascia un Commento