Agropoli (SA) – La Finanza scopre un geometra sconosciuto al fisco

Avrebbe nascosto al fisco redditi per 2 milioni di euro, evaso Iva per 250mila euro e Irap per altri 90mila euro. Si tratta di un geometra di Agropoli scoperto dalla Guardia di Finanza e, nei cui confronti è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal GIP del Tribunale di Vallo della Lucania. I sigilli sono stati applicati a 28 unità immobiliari, tra appartamenti, locali commerciali, depositi, terreni ed altro nel comune di Agropoli e Capaccio per un valore di circa 800mila euro. Il geometra è stato segnalato all’Autorità giudiziaria per l’omessa presentazione delle dichiarazioni e per la sottrazione delle scritture contabili in un periodo che va dal 2006 al 2012.

I finanzieri sono arrivati al geometra da una precedente verifica fiscale nei confronti di una ditta operante nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti e che non aveva mai presentato dichiarazioni fiscali. Ricavi non dichiarati che però provenivano dall’affitto di locali destinati ad attività commerciali, in realtà riconducibili al geometra evasore. Secondo le Fiamme Gialle, l’uomo con questo stratagemma occultava i redditi derivanti dall’incasso dei canoni, a cui provvedeva personalmente, curando i rapporti con i locatari degli immobili. Il titolare della ditta, che ha operato come “prestanome” del professionista, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania per emissione di fatture false ed occultamento delle scritture contabili.

La successiva verifica fiscale eseguita nei confronti del geometra di Agropoli ha richiesto il ricorso a complesse indagini finanziarie e controlli nei confronti di numerosi clienti operanti nelle province di Salerno e Potenza, che hanno consentito di calcolare l’ammontare complessivo dei redditi non dichiarati al Fisco per un periodo di 7 anni

Lascia un Commento