Agropoli (SA) – Il direttore Squillante a Radio Alfa interviene sulla chiusura dell’Ospedale

La Politica come al solito arriva tardi e cerca di porre rimedio a decisioni ormai prese. E’ in sintesi il parere del direttore generale dell’Asl di Salerno, Antonio Squillante, che questa mattina è stato ospite a Radio Alfa per parlare della vicenda legata alla chiusura dell’ospedale di Agropoli. Squillante ha detto che il suo è un provvedimento che non fa altro che attuare il decreto regionale 49 del 2010 che stabilisce la dismissione e riconversione del nosocomio agropolese. Il manager dell’Asl ha ricordato che i tagli sono frutto della carenza di risorse economiche e di un ulteriore taglio nei trasferimenti di 28 milioni di euro che l’Asl ha subito. Squillante ha ricordato che al territorio sarà comunque assicurata un’adeguata rete dell’emergenza tenendo presente che non sono notevoli le distanze da altri ospedali attrezzati come quelli di Vallo e di Eboli.
"Pronti anche a proteste clamorose per bloccare la chiusura dell’ospedale di Agropoli". Lo ha detto il sindaco Franco Alfieri annunciando per domani 28 marzo, alle ore 10, presso l’Aula Consiliare del Comune, di una conferenza stampa sulla questione dell’Ospedale. Saranno presenti anche i sindaci dell’intero territorio cilentano, il parroco don Bruno Lancuba, le rappresentanze delle parrocchie agropolesi, la deputata Sabrina Capozzolo ed i consiglieri regionali. Secondo Alfieri, è giunto il momento di unire le forze e attivare tutte le possibili azioni per difendere ad ogni costo il presidio ospedaliero.

Lascia un Commento