Agropoli (SA) – Giovane operaio muore nel cantiere del cineteatro comunale

Un giovane operaio è la vittima dell’ennesima tragedia sul lavoro accaduta oggi ad Agropoli. Luigi Renzi, 30 anni, residente a Prignano, è rimasto schiacciato tra un camion e un container nel piazzale antistante il cantiere dove è in costruzione il cineteatro comunale di Agropoli.

Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, l’operaio era impegnato alla preparazione del camion per consentire la discesa sicura del container sul piazzale. Per cause da chiarire, Renzi è rimasto schiacciato tra il container e una paratia dell’autoarticolato.

L’uomo è morto sul posto nonostante l’intervento immediato dei colleghi di lavoro e di un’ambulanza. Sono in corso le indagini dei carabinieri per chiarire la dinamica che ha portato alla morte del giovane operaio cilentano.

E’ la quarta tragedia su un luogo di lavoro in provincia di Salerno nel giro di circa un mese. “Purtroppo – dichiarano  in una nota congiunta i sindacati degli edili di Cgil, Cisl e Uil – siamo di fronte, nella sola nostra provincia, ad uno stillicidio continuo”. Le tre organizzazioni sindacali nel denunciare l’accaduto ribadiscono, con più convinzione, che è indispensabile il lavoro congiunto delle parti sociali, le forze dell’ordine, gli organi preposti e le istituzioni perché non vi siano più sacrifici umani sui luoghi di lavoro e l’illegalità nel nostro territorio che nei momenti di crisi è sempre più evidente e purtroppo diffusa. 

 

Lascia un Commento