Agropoli (SA) – Chiesti 18 anni per i 3 ragazzi coinvolti nella rapina e l’uccisione del benzinaio

18 anni di reclusione per i tre giovani coinvolti nella rapina in cui fu ucciso la scorsa estate un benzinaio ad Agropoli, in provincia di Salerno. È la richiesta avanzata ieri dal pubblico ministero Francesco Rotondo durante l’udienza preliminare svoltasi con rito abbreviato al Tribunale di Vallo della Lucania. I tre imputati, Pasquale Giordano, di 21 anni, che esplose il colpo di fucile che uccise il benzinaio, Maurizio Corradino, di 22, e Antonio De Rosa, di 20 anni, tutti originari di Agropoli, vennero arrestati dai carabinieri a poche ore dal tentativo di rapina avvenuto la sera del 7 luglio del 2007 presso un distributore di benzina all’ingresso della cittadina cilentana e sfociato nell’uccisione del benzinaio Davide Pecora, di 64 anni. Al termine dell’udienza, il pm Rotondo, dopo aver ricostruito la dinamica della rapina, ha chiesto 18 anni per ognuno dei tre membri della banda. La prossima udienza è fissata per il 5 marzo.

Lascia un Commento