Agropoli (SA) – Cadavere nel salernitano, era una prostituta colpita alla testa

E’ stato identificato il cadavere della donna che era stato seppellito in un terreno privato ad Agropoli. Era di Rosa Allegretti, 55 anni, di Serino, in provincia di Avellino, prostituta che da tempo frequentava l’area costiera compresa tra Capaccio e Agropoli. A fare la macabra scoperta ieri mattina è stato un cercatore di funghi, attirato da un paio di stivali che fuoriuscivano dal terreno e legati con una corda all’altezza delle caviglie. Secondo un primo esame eseguito dal medico legale incaricato dalla Procura di Vallo della Lucania, il corpo della donna non presenterebbe segni di arma da fuoco né da taglio, ma una grossa ferita alla testa, forse provocata da un oggetto contundente. Il pubblico ministero Renato Martuscelli ha disposto l’autopsia sul corpo della donna per accertare cause e tempi del decesso. I carabinieri hanno anche ascoltato alcune prostitute che frequentano abitualmente la zona di via Mascagni, non lontana dal centro cittadino di Agropoli.

Lascia un Commento